Per aggiungere un contenuto alla tua lista dei preferiti devi prima accedere con il tuo utente!
Adottare un cane è meglio

A quattro zampe

Adottare un cane è meglio

Scegliere di adottare un cane anziché acquistarlo comporta numerosi benefici di carattere economico, sociale e veterinario. Scopriamo quali sono.

I cani arricchiscono le nostre vite, sono amici fedeli e l’amore che ci donano è impagabile. Questo vale per qualsiasi cane, sia esso di razza, dal glorioso pedigree, o un meticcio male in arnese. Come scegliere, dunque, se acquistare o adottare il nostro amico? Non esiste, naturalmente, una risposta univoca, perché la scelta può essere influenzata da diverse necessità. L'adozione ha, tuttavia, dei vantaggi innegabili: per l’animale adottato, per chi lo adotta e perfino per l’intera comunità.
 
Nel 2016 erano circa 50mila, secondo i dati diffusi dalla Lav (Lega antivivisezione), i cani accuditi nei canili in tutt’Italia. Di proporzioni ancora maggiori è il fenomeno del randagismo, soprattutto nel Sud del Paese. Questi fenomeni hanno un elevato costo per la collettività. I cani nei canili pubblici, secondo il rapporto 'Animali in città' 2016 di Legambiente, richiedono un esborso complessivo di 257 milioni di euro l’anno. Chi adotta uno degli animali di queste strutture, può dunque contribuire a risparmiare soldi pubblici, oltre a poter contare sull’amore incondizionato che è in grado di donare un animale accolto in casa.
 
COME SI ADOTTA
Per adottare un cane occorre semplicemente recarsi al canile più vicino, dove sarà possibile cercare il cane più adatto alle proprie esigenze. In alternativa, esistono anche numerose associazioni che salvano cani laddove il randagismo è più diffuso. Che decidiate di andare in canile o di rivolgervi a un’associazione, è prima necessario compilare una domanda di adozione, dopodiché sono abitualmente previsti un controllo pre-affido e, molto spesso, anche controlli post-affido, per verificare che l’animale sia ambientato. Se si adotta un cane è comunque consigliato fare diverse visite prima di procedere, per conoscere meglio il carattere del proprio futuro amico e farsi raccontare la sua storia dai volontari.
 
INFO PRATICHE 
PIÙ ECONOMICI E IN SALUTE
Oltre a non gravare sulle finanze pubbliche, la scelta di adottare un cane è anche più economica dell’acquisto: adottare un cane da un canile o da un rifugio non ha alcun costo. Le associazioni possono talvolta chiedere solo un’offerta per coprire le spese del tra- sporto dell’animale. Al momento dell’adozione, poi, i cani sono già dotati di microchip e hanno già fatto le vaccinazioni obbligatorie, cosa da non sottovalutare.
 
IN CASO DI PROBLEMI
Se, per qualche motivo, ci fossero problemi dopo l’adozione, è possibile riportare il cane in canile o restituirlo all’associazione. È però evidente che l’animale attraverserebbe una nuova fase di abbandono: per questo, prima di adottare un cane, è meglio essere ben preparati e convinti della decisione e responsabilità che questa comporta.
 
INIZIATIVE PER FAVORIRE LE ADOZIONI
In Italia, per incentivare le adozioni, sono state varate diverse iniziative. Il piccolo comune siciliano di Agira (EN), per esempio, prevede il rimborso della tassa sui rifiuti. Il comune di Bisceglie (BT) sconta le tasse comunali fino al 70%, mentre Palermo ha stanziato incentivi per chi decide di prendere un cane del rifugio comunale. Informatevi su cosa prevede il vostro Comune!

Leggi anche